Alchema e Regione Lombardia in collaborazione con Fondazione Symbola e Fondazione Cogeme, hanno organizzato il 29 maggioun importante evento sul tema dell’economia circolare e del C2C.

L’economia circolare è sulla bocca di tutti.
Sostenibilità della produzione di beni e servizi, volatilità dei prezzi delle materie prime e dei combustibili fossili, produzione di rifiuti: l’economia circolare può dare un enorme contributo alla soluzione di questi problemi. E può rappresentare una innovazione radicale e responsabile nei modelli di business.
La Ellen MacArthur Foundation, l’ente no profit inglese che ha promosso la nozione di “economia circolare”, la definisce come “un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera”. Nell’economia tradizionale, lineare, al termine del loro ciclo di vita i prodotti diventano rifiuti, mentre nell’economia circolare i rifiuti sono “progettati” per diventare risorse. Per sostenere questa strategia di sviluppo, molte istituzioni si sono mosse. L’Unione Europea ha varato il suo pacchetto di azioni, così come hanno fatto praticamente tutti i paesi membri; il G7 vi ha dedicato una riunione speciale, svoltasi a Bologna nel giugno scorso; le Nazioni Unite hanno riconosciuto l’importanza della nozione di economia circolare per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità; pubblicazioni, rapporti, premi e iniziative sono ormai centinaia in tutto il mondo. Affermato il concetto, d’ora in poi ci si deve occupare dei risultati. Insieme alle istituzioni, molte imprese si stanno muovendo: inventano nuovi modelli di business, sviluppano tecnologie abilitanti, creano piattaforme e materiali. Anche in Italia.
Fondazione Symbola ha individuato e raccolto in un libro 100 storie, che insieme raccontano come il nostro Paese sia – quasi in modo insospettabile – all’avanguardia su temi cruciali come la sostenibilità ambientale, la gestione della scarsità delle risorse e il contrasto ai cambiamenti climatici. 100 storie rese possibili da ricerca, innovazione, tecnologia, competenza, formazione avanzata. Abbiamo chiamato a raccolta alcuni dei protagonisti di queste storie, perché ce le raccontino loro stessi.