Café Triwù è un nuovo progetto editoriale di Triwù in collaborazione con Co+Fabb e Classe1920.

La Redazione di Triwù festeggia i suoi cinque anni di attività con una trasmissione tutta nuova, Cafè Triwù: uno spazio di dibattito per riflettere su trend, segnali, sfide, traguardi raggiunti, battute d’arresto e nuovi obiettivi dei processi di innovazione nel nostro Paese. Un luogo di incontro nel quale i decision maker della Pubblica Amministrazione, delle grandi aziende, delle start up, nelle università e nei centri di ricerca possono confrontarsi sulle proprie esperienze.

Puntata n. 8 del 29/05/2017

Coprogettare vuol dire riuscire a coinvolgere diverse professionalità e competenze, nonché gli utilizzatori finali, nella progettazione di un oggetto o un prodotto. Il progetto Crew lo sta facendo per realizzare soluzioni tecnologiche innovative nel campo dell’abilitazione, della riabilitazione motoria e cognitiva e dell’inclusione sociale di persone con disabilità permanente, temporanea o legata all’avanzare dell’età.
Questo è il tema della nostra tavola rotonda.

Continua a leggere

Puntata n. 7 del 11/05/2017

Café Triwù lancia la 7a edizione di Sps Parma la Fiera dell’automazione che quest’anno presenta nuove interessanti novità. Per scoprire in anteprima la Fiera abbiamo incontrato Francesca Selva VP Marketing di Messe Frankfurt.
Il tema portante di questa edizione è il rapporto tra automazione e digitale, focus principale il mondo dell’agricoltura.

Continua a leggere

Puntata n. 6 del 03/05/2017

Le nuove tecnologie stanno contribuendo a mutare gli assetti organizzativi delle imprese. Uno dei primi risvolti pratici è la riorganizzazione dei tempi di lavoro all’interno delle imprese, processo regolato da precise norme. Di questo abbiamo parlato con l’avvocato Barbara Bottalico, Ferrario Provenzali & Partners, ECLT Università di Pavia.…

Continua a leggere

Puntata n. 5 del 20/04/2017

Tra gli argomenti della quinta puntata di Café Triwù si parla anche di Artigiani e Makers. Il digitale impatta, come ben sappiamo, anche sui modelli produttivi, una sfida, ma soprattutto un’opportunità che gli artigiani, principi del made in Italy, devono riuscire a cogliere alleandosi con i makers.

Continua a leggere